21 Dicembre 2020

Malanni guasta-feste? Affrontateli senza stress!

Roma, 21 dicembre 2020 – Tra Natale, Santo Stefano e Capodanno, a pranzi e cene si susseguiranno. Ma, neanche a farlo apposta, è proprio in questo periodo dell’anno che si concentrano i malanni. Se finirete vittime di un acciacco “guastafeste”, ecco come comportarsi.

indigestione: innanzitutto, cercate di mangiare il meno possibile nel corso della giornata che avete davanti. E quel poco, senza condimenti. Se c’è vomito e non si risolve nel giro di qualche ora, potrete ricorrere ad un farmaco specifico. Se, invece, la situazione non è così grave, provate con il classico “canarino”.

mal di gola: per fronteggiare il dolore, acquistate in farmacia pastiglie per la disinfezione del cavo orale, ma rispettate le dosi: non sono caramelle! Oppure preparate un suffumigio: in una pentola di acqua che bolle, versate una manciata di fiori di tiglio. Copritevi con un asciugamano e respirate i vapori.

mal di testa: fatevi consigliare dal farmacista o dal medico di famiglia. Fate un po’ di attività fisica (per esempio una lunga camminata) è un ottimo rimedio.

raffreddore: se i sintomi non sono proprio insopportabili, evitate i farmaci. Altrimenti, ricorrete ai decongestionanti per le vie nasali. Occhio, però, perché possono dare assuefazione. Quanto ai rimedi naturali, rimane sempre valido e il vecchio espediente della nonna: suffumigi a base di eucalipto, timo e menta.