31 Ottobre 2022

Quando il mal di testa è colpa dell’ufficio

31 ottobre 2022 – Quando si è in ufficio, è facile che si verifichino alcuni disturbi in grado di condizionare negativamente il lavoro. Uno di questo è il mal di testa, che è molto fastidioso ma, per fortuna, anche curabile e prevenibile. Innanzitutto non bisogna esagerare coi carichi di lavoro, o lo spremersi le meningi potrebbe diventare molto poco metaforico. Un ambiente ventilato e un’illuminazione adeguata poi aiuteranno a sentirsi più a proprio agio, così come l’utilizzo di un computer con lo schermo antiriflesso. Infine attenzione ai rumori: postazioni in cui ci siano strumenti poco silenziosi potrebbero indurre mal di testa, soprattutto se il rumore è continuo e prolungato.

L’emicrania è una cefalea (o mal di testa) primaria che si caratterizza da attacchi di intensità moderata o forte. Spesso risulta collegata a nausea, fonofobia, fotofobia e solo più raramente a vomito. Esistono due forme principali di emicrania: l’emicrania con aura, in cui la cefalea è preceduta da sintomi neurologici transitori e reversibili (definiti aura emicranica) e l’emicrania senza aura, in cui tali disturbi invece sono totalmente assenti. E’ possibile che le due forme principali di emicrania si presentino in uno stesso paziente e questa evenienza interessa solo l’1% della popolazione. L’emicrania è di gran lunga la patologia neurologica più diffusa e colpisce infatti una persona su otto. Su questo portale puoi trovare tante informazioni utili e certificate sull’emicrania con aura.